Sono rimasti pochi i paesi di montagna davvero idilliaci e tranquilli in Alto Adige e nelle Dolomiti: Luson, a 1.000 metri di altitudine, in fondo alla valle di Luson, a pochi chilometri da Bressanone, è uno di questi. Qui si sentono ancora cinguettare i tordi bottacci, i cardellini e i pettirossi, antichi masi adornano l'abitato e d'estate il profumo di fieno aleggia nelle vie del paese. A Luson la natura è rimasta intatta, gli hotel e le infrastrutture ancora sporadici. Invece di una piscina, è stato allestito un laghetto balneabile naturale adatto alle famiglie, alimentato da acqua sorgiva dell'Alpe di Luson. In centro non ci sono discoteche o pub: la grande passione della gente di Luson, che preferisce il costume tradizionale a giacca e cravatta, è la musica locale dei corni alpini, delle cetre e delle fisarmoniche. Qui, le tradizioni sono vissute con gioia ed entusiasmo. In un certo senso, a Luson il tempo si è fermato e l'ospite, senza distrazioni, riesce a ritrovare se stesso in un angolo di natura incontaminata in Alto Adige.